Conosci Gessica

07 November 2017

Tell us your story

Thanks for the story. Something is wrong. Try again later.
 

I molti volti del futuro

"La cosa che mi rende più orgogliosa è che abbiamo creato tutto questo con la forza delle nostre idee e dei nostri valori."

Modello innovativo di convivenza sociale e integrazione multietnica, Moltivolti è un ristorante nel cuore di Ballarò, un quartiere popolare nel centro storico di Palermo. Offre piatti tipici della cucina locale e specialità dei diversi paesi di origine di soci e collaboratori (Senegal, Gambia, Spagna, Afghanistan, Bangladesh, Etiopia e Italia).

È anche uno spazio di co-working, che ospita le realtà del terzo settore, e la fucina di tante iniziative a cui collaborano gli operatori, le associazioni e le organizzazioni che operano nel territorio.

 

Partecipazione e inclusione

L’idea di aprire un locale basato su un nuovo modello di impresa sociale multiculturale ha cominciato a prendere forma nella mente di Gessica sulla scia di alcuni viaggi di turismo responsabile in Africa, organizzati dall’associazione Moltivolti Capovolti.

Da quelle esperienze sono nati rapporti intensi di amicizia e la voglia di “creare uno spazio di relazioni sane e integrazione multietnica che aiutasse a superare i pregiudizi e fosse una frontiera di legalità nel degradato quartiere di Ballarò, caratterizzato da un forte disagio sociale”.

Dopo aver lavorato per tanti anni come assistente sociale ed essersi fatta carico di situazioni difficili e dolorose, Gessica si era resa conto di essere arrivata a un bivio. Era stanca dei lavori precari con contratti a termine e non riusciva più a sostenere il carico emotivo legato al confronto quotidiano con la sofferenza delle persone.

Tra le pieghe di quella insoddisfazione ha cominciato a farsi largo il desiderio di aprire una sua attività, seguendo l’esempio positivo del padre che da antennista era diventato un piccolo imprenditore nel campo dell’elettronica.

Messa l’idea su carta, bisognava trovare i finanziamenti. Dopo circa un anno la richiesta viene accolta e la bella notizia arriva in un momento felice e delicato per Gessica, che ha da poco avuto un bambino: “La vita è così, a un certo punto ti arriva tutto e tutto insieme!”.

 

Un laboratorio a porte aperte

Moltivolti apre i battenti nel 2014 e attraverso il passaparola sui social diventa in poco tempo un solido punto di riferimento nel quartiere: “La nostra Pagina Facebook è stata fondamentale per promuovere la nostra attività e ancora oggi rappresenta il canale principale attraverso il quale diffondiamo le iniziative e gli eventi”.

In questo living lab che ha come obiettivo l’inclusione dei migranti, riconosciuti come una risorsa e non unicamente come un problema, l’immigrazione diventa un’opportunità per sperimentare nuovi modelli di comunità, promuovere il dialogo interculturale e favorire lo sviluppo socio-economico del territorio: “Molte persone ci dicono che si sentono come in famiglia quando vengono qui e che in questo luogo si respira un’aria internazionale come in nessun altro luogo a Palermo”.

 

Un modello esportabile in tutto il mondo

Per la sua straordinaria valenza sociale, Moltivolti è diventato il simbolo di un nuovo modello di integrazione non convenzionale e ha attirato l’attenzione di politici e sociologi a livello internazionale.

Durante la loro recente visita ufficiale in Italia e dopo aver incontrato le massime cariche dello Stato e papa Bergoglio in Vaticano, i reali olandesi sono volati in Sicilia per vedere da vicino questo esperimento riuscito di integrazione multietnica e stringere la mano ai fondatori di Moltivolti.

Sito Web: http://moltivolti.org/

Facebook: https://www.facebook.com/moltivolti/

Tell us your story

Thanks for the story. Something is wrong. Try again later.